Installare e ottimizzare Ubuntu Desktop/Netbook Edition 10.04 su Samsung N220 (Atom N450) (Aggiornato)

Articolo inserito da martedì 15 giugno 2010 Segnala via Email Segnala via Email
closeQuesto articolo è stato pubblicato 4 anni 4 mesi 19 giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi.


Ultimamente ho avuto la necessità di avere uno strumento più portatile del mio Sony Vaio Serie FW: il monitor da 16.4 lucido , il peso e e la batteria limitata al max a 2 ore mi impedivano di utilizzare il pc nei momenti di tranquillità per scrivere qualche post piuttosto che controllare i social network e le email (magari dal giardino!).

Devo dire che da quando possiedo iPhone, email e social network li utilizzo principalmente da lì;  per scrivere qualche documento e aggiornare il blog invece…cosa c’è di meglio di un bel Netbook?

In un era dove iPad vuole rivoluzionare le nostre abitudini di fruizione dei contenuti (web e audio/video), la mia tendenza invece mi porta a sempre a sperimentare cose nuove, nuovi software e sistemi operativi (iPad lo trovo limitato almeno per adesso per la mia tipologia di utilizzo)

Interessandomi alla cosa, ho iniziato a vedere le proposte di mercato su questo fronte:

Per fare una panoramica diciamo che ci sono 3 tipologie di netbook:

  • quelli di prima generazione, tipicamente provvisti del vetusto Windows XP Home Edition Sp3,  dotati di CPU Atom 250/270 , 512 o 1 GB di Ram,  HD da 160-250 GB ,  batteria a 3 celle e monitor LCD fino a 10.2″
  • quelli di seconda generazione, tipicamente provvisti di Windows 7 Starter Edition e dotati di CPU Atom N450, 1 GB di Ram , HD da 250 GB 5400rpm, Bluetooth, Wi-Fi b/g/n,  batteria a 6 celle e monitor LCD LED fino a 10.2″
  • i cosiddetti sub-notebook, dotati solitamente  di Windows 7 Professional, CPU Intel Celeron, piattaforma GPU ION, HDMI, 2 Gb di Ram, HD da 250 GB, Bluetooth, Wi-Fi b/g/n,  batteria a 6 celle e monitor LCD LED da 11 a 12″

Per avere un giusto compromesso tra qualità e prezzo ho scelto un netbook di seconda generazione, precisamente un Samsung N220 (279€ su tdshop.it spedizione inclusa), uno dei pochi con tastiera ad isola, ormai insostituibile (provare per credere).

Ci sono sul web diverse recensioni, la migliore la potete trovare a questo indirizzo: il mio articolo però si vuole focalizzare sul sistema operativo da usare con questo gioiellino.

Dopo 2 giorni di utilizzo di Windows 7 Starter Edition ho deciso di formattare completamente e installare da zero Ubuntu 10.04 Lucid Lynx 32 bit in versione Desktop: i motivi sono stati l’estrema lentezza di esecuzione dei programmi (anche il semplice Firefox per la navigazione), la scarsa customizzazione (non si può nemmeno cambiare lo sfondo se non facendo un hack al sistema, assurdo!), il fastidioso continuo swap del disco, l’utilizzo quasi obbligatorio di antivirus e firewall come su tutti i sistemi windows.

Samsung predispone l’N220 anche con il sistema operativo Instant-On Hyperspace (progetto Phoenix): ho trovato però diversi problemi con le impostazioni della tastiera italiana (sembra non supportata, incredibile!), riscontrati anche da altri utenti sui forum. Probabilmente la versione 1.0 è ancora un po’ “acerba”, noto infatti che sul sito ufficiale viene comunicato a breve il rilascio della 2.0.

Chi utilizza linux conosce la facilità con cui si possono esportare e reimportare i settings dei programmi installati tra diversi computer, cosa che ho subito fatto per tenere sincronizzato con il Vaio (il servizio Ubuntu One integrato nella nuova release sembra fatto apposta per queste cose).

E’ per questo che ho installato la Desktop Edition invece della Netbook Edition: i kernel sono gli stessi, cambia l’interfaccia utente (che personalmente ho trovato troppo da utenti alle prime armi per i miei gusti!).

Non mi soffermo sulla creazione del PenDrive per l’installazione e sul settaggio del bios riguardo all’ordine di avvio dei dispositivi di boot (oltre ai vari backup del sistema prima della formattazione, operazione irreversibile visto che il Netbook non viene fornito con nessun supporto di ripristino oltre alla partizione nascosta): terminata l’installazione tutte le periferiche funzionano correttamente tranne:

  • eccessivo consumo della batteria (autonomia 4 ore circa, contro le 8/9 con Windows)
  • impossibilità di cambiare la luminosità al monitor (resta al 100% fissa)
  • impossibilità di utilizzare i tasti funzione tramite tasto fn (scorciatoie)

Cercando sul web ho trovato un blog ed un forum su cui si parla di Linux e Netbook Samsung: sono stati sviluppati un tool ed alcuni moduli che ci permettono di abilitare e configurare correttamente tutte le funzionalità proprie dei Netbook Samsung.

Riporto passo passo quello che ho fatto:

ho aperto il terminale e ho aggiunto al sistema il nuovo repository:

sudo add-apt-repository ppa:voria/ppa

ho poi aggiornato i sistema con i comandi:

sudo apt-get update

sudo apt-get upgrade

Ho installato le utility tramite il comando:

sudo apt-get install samsung-backlight samsung-tools

Dopo aver riavviato, tutto funziona correttamente: tasti funzione, luminosità dello schermo e nel menù Sistema/Preferenze troviamo “Preferenze di Samsung Tools”

Ho poi impostato il tutto così:

Nell’ultimo Tab sono presenti 3 voci: mentre la prima voce è configurabile da subito (personalmente ho impostato a 30 il controllo dello swap) sicuramente la seconda e la terza non saranno accessibili.

Per abilitare la sezione “configura laptop-mode” bisogna installare il pacchetto laptop-mode presente nei repository ufficiali di ubuntu.

sudo apt-get install laptop-mode-tools

Laptop-mode ci permette di configurare tutta una serie di parametri per ottimizzare il consumo della batteria:

per la sezione “undervolt della CPU” invece va installato un kernel particolare con abilitato il modulo phc (vi rimando a questo interessante articolo per ulteriori informazioni e per la sua implementazione)

Ho fatto numerosi test e sono arrivato al punto che ancora la CPU Intel Atom N450 non è supportata dal modulo phc che permette l’undervolt, cioè la tecnica di sotto-alimentare  la cpu per allungare la durata della batteria.

Un altro tool che non può mancare per monitorare questo tipo di settaggi è powertop (apt-get install powertop): con questo possiamo andare a controllare l’effettivo consumo della batteria (parametro che viene passato dal Bios ACPI) e verifichiamo quali sono i processi ed i software che “scatenano” l’utilizzo delle varie periferiche.

Con tutte queste modifiche sono arrivato a guadagnare altre 2 ore e 30, diciamo che la batteria dura sulle 6 ore e 30 minuti più o meno con un utilizzo “normale”.

C’è una ulteriore ottimizzazione da fare: spostare la scrittura dei log direttamente in ram invece che sull’HD, per evitare lo spin inutile quando il disco è in modalità risparmio energia.

Anche questo aspetto è da approfondire, aggiornerò l’articolo quando trovo la soluzione giusta.

Ecco alcuni screenshot del Samsung N220 con Ubuntu 10.04 Luci Lynx Desktop Edition 32bit

NB: Consiglio di fare un backup con l’Utility preinstallata “Samsung Recovery” su un disco esterno  prima di procedere con qualsiasi modifica, in quanto in caso di problemi hardware il produttore garantisce il supporto praticamente solo se non viene intaccato il Master Boot Record. e per tornare allo stato software originale  con il quale il netbookviene venduto)

AGGIORNAMENTO

Oggi ho deciso di provare la versione Ubuntu 10.04 Netbook Edition e devo dire che mi sono ricreduto: se da un primo impatto la trovavo molto limitata (parlo dell’interfaccia) utilizzandola per l’intero pomeriggio mi sono reso conto che le ottimizzazioni fatte per la risoluzione di 1024*600 rendono l’utilizzo del Netbook molto più piacevole.

Ieri ho testato anche la variante KDE (Kubuntu 10.04 Netbook Edition) con l’intefaccia Plasma Netbook: ci sono molte cose che ancora non vanno, mi è sembrata molto lenta sull’N220 (ai livelli di Windows 7 Starter) e molto macchinosa nell’utilizzo normale (come confermato anche da alcuni post degli utenti che ho trovato nella rete)

Tutte le ottimizzazioni che ho citato sopra valgono anche per questa versione.

Ecco uno screenshot di Ubuntu 10.04 Netbook Edition:

Tutte le app si aprono in full-screen per sfruttare al meglio il piccolo monitor, niente più problemi di resize delle finestre (come accade se andiamo ad utilizzare la versione Desktop)

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento